21.11.06

A Lost and Forgotten Sad Spirit

Spense la sigaretta e raggiunse la scala anti-incendio della palazzina, si arrampicò fino al quarto piano e guardò giù, il baracchino dei panini e la gente che girava per il vicolo, le bancarelle e l'odore di cipolla. Salì ancora, raggiunse il tetto, si levò le scarpe e si buttò di sotto. 

4.7.06

Glitch.


...and the girl is optional.

20.6.06

Blue.

Raggiunse il vicolo dietro il supermarket, guardandosi intorno decise in fretta: saltò, e si ritrovò ben presto a pochi metri dal tetto che dava a sud del deposito. Regolò la pressione di modo da poter atterrare incolume tra i due caminetti. Doveva ancora fare pratica, cercò di concentrarsi, ma aveva già in testa altre cento gustose invenzioni.

15.6.06

Ammonition.

Back to Dashboard.

Il temporale arrivò poco dopo, erano le 7 del pomeriggio ormai, le nubi bianche si fecero avanti da nord-ovest, dai monti. Chiesi il conto, volevo rincasare prima della pioggia. Finii velocemente la birra, pagai ed uscii dal locale. Tolsi la catena dalla bici, cominciai a pedalare tra la prime gocce incontro ad un venticello fresco, piacevole. Vidi le foglie del tiglio di casa Minelli farsi argento scosse dalla brezza, voltai veloce per via Einstein fino al viale che porta al lungomare. Ancora due pedalate e scorsi la piazzetta con le palme, chiusi gli occhi e pensai all'autunno.

28.5.06

Men At Work.

Cerco lavoro (?)

- Guardiano del faro
- Autista di ambulanza
- Custode del cimitero
- Panettiere
- ...

Consigli, offerte e commenti, grazie!

26.5.06

MM.

The pleasure and The pain.

MotorMark.

21.5.06

Das Kapital.

C'era qualcosa che non mi piaceva in quei tecnici tedeschi che si occupavano del funzionamento dei Telpor. Così pronti e metodici. Probabilmente come i loro antenati, riflettei. Sonya attivò l'apparato autonomo e non ci rimase che attendere.

14.5.06

1926.

Entrai finalmente nel mio ufficio, quel pomeriggio, l'unico luogo tranquillo in quelle ore. Mi tolsi la giacca e la Colt, poi mi abbandonai sulla poltrona. Accesi una sigaretta e mi addormentai. Lo squillo del telefono mi svegliò. Risposi. Era Johnny, dal ministero. Cattive notizie, pensai. Era da troppo che non sentivo altro che cattive notizie.

21.4.06

The Planet Doesn't Mind.


Impegni per giovedì prossimo??


Giovedì 27 Aprile, dalle 20:00 alle 02:00
Venezia, Piazza San Marco.
Check It Out!


12.4.06

...Niente di Nuovo.

"Megabytes"
--------------

Tutto questo esula parecchio
dall'ideale che avevo immaginato
per me in modo plausibile
quando alla vita ho chiesto
di essere almeno liberato
da un'identità troppo fragile

Il frutto di alcune passività
in fatto di comunicazione
che spingono il senso comune
a non mettere il naso più in là

Ecco perché il peso ci schiaccia
di non potere amare davvero
e stringere chiunque tra le braccia
se lo vogliamo sul serio
ecco perché qualsiasi angelo
può diventare cattivo
se ciò che lo rende vivo
fa quasi sempre scandalo

Tutto questo assomiglia troppo
ad una libertà vigilata
con la paura che lavora sotto
di non avere la felicità pensata

Nel frattempo siamo rinchiusi
ancora in tanti singoli megabytes
circondati da una vita sola
non la capiamo mai

Ecco perché il peso ci schiaccia
di non potere amare davvero
e stringere chiunque tra le braccia
se lo vogliamo sul serio
ecco perché qualsiasi angelo
può diventare cattivo
se ciò che lo rende vivo
fa quasi sempre scandalo

Nel frattempo siamo rinchiusi
ancora in tanti singoli megabytes
Nel frattempo siamo rinchiusi
in tanti singoli megabytes

Ecco perché il peso ci schiaccia
di non potere amare davvero
e stringere chiunque tra le braccia
se lo vogliamo sul serio
ecco perché qualsiasi angelo
può diventare cattivo
se ciò che lo rende vivo
fa quasi sempre scandalo


(Max Gazzè)

6.3.06

Pandora.



Check Out the New Definitely Radio.
..only for you!

21.2.06

Popcorn.

21.3.03
Ho incontrato Paul Parker l'altro ieri.
Shannon dice che non dovrei essere così permaloso...e che posso farci...

7.1.06

Hot Dog.

Feci appena in tempo ad accorgermi che non stava estraendo il portafoglio, ma il dannato revolver. Mi misi a correre senza pensare, voltai l'angolo e sentii i primi spari. Cercai di aumentare la corsa, raggiunsi il lungomare e saltai il muretto. La spiaggia a quell'ora era ormai deserta, dato che anche la stagione non era quella adatta alla villeggiatura. La sabbia era umida, penetrò presto tra dita e calzini. Mi voltai velocemente e lo vidi, mi seguiva. Raggiunsi il bagnasciuga e mi fermai. Tirava una brezza leggera, di odore salmastro.

Ebay Decay.



X-mas gift.