13.6.05

Isole di corallo bianco in un mare blu scuro.

Nei tempi passati, quando ero un ragazzaccio particolarmente cattivo, mi si condannava a lavorare il sabato nella bottega paterna, dove dovevo staccare le etichette delle scatole di conserve concorrenti e incollare quelle dei miei genitori. Un giorno in cui avevo una vera e propria piramide di conserve di frutta e di legumi, non mi restavano più che etichette di pesche. Le incollai sulle scatole di pesche; quando arrivai alle albicocche, pensai: le albicocche non sono forse pesche? E certe prugne non sono albicocche? Detto fatto, mi misi spiritosamente o scientificamente a incollare etichette di pesche sulle scatole di prugne, di ciliege, di fagiolini e di piselli. Per quale motivo lo facevo? Non lo so ancora, non avendo ancora stabilito se ero uno scienziato o un umorista.

11.6.05

gott gott electron.

Mentre passava vicino alla fonte di Barrygowen, riempì d'acqua una bottiglia; tornando a casa comprò un bell'abito tutto completo col resto del denaro che aveva sotterrato e al mattino si incamminò verso la città di Lumneach. Camminò per la città ammirando tutto ciò che vedeva finché giunse di fronte al palazzo del re.